MATILDE SERAO

Matilde Serao (1856 – 1927). Nata a Patrasso da padre napoletano, rifugiato in Grecia poiché garibaldino e antiborbonico, e madre greca torna con la famiglia a Ventaroli, tra Gaeta e Spatanise. Nel 1878 pubblica il suo primo racconto sul «Piccolo», da quel momento inizierà la sua lunga carriera di giornalista. Nel 1882 si trasferisce a Roma e lavora come redattrice del «Capitan Fracassa», collabora alla «Nuova Antologia» e a «Fanfulla della Domenica». Conosce Edoardo Scarfoglio con cui si sposerà nel 1885, insieme fonderanno «Il Corriere di Roma», a cui partecipano molti illustri intellettuali e scrittori come D’Annunzio, Fogazzaro, Verga e Di Giacomo, «Il Corriere di Napoli» (1886), su cui Matilde terrà la rubrica Api, mosconi e vespe, e «Il Mattino» (1892). È direttrice e redattrice di molte riviste tra cui «Il Mattino-supplemento» (1894-1895). Prima del 1904, anno in cui fonda lei sola «Il Giorno» che dirigerà fino alla morte – e dove si firmerà molto spesso con lo pseudonimo di Gibus – apre una piccola rivista letteraria «La Settimana» (1902-1904).

Questo sito web utilizza dei cookie tecnici di sessione per migliorare la navigazione e la fruibilità; non vengono installati cookie di terze parti per finalità commerciali.Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi